← Indietro

La cucina sarda via mare

In barca a vela verso i piatti più buoni della Sardegna, Ella ci racconta il gusto dell'Isola di porto in porto

La cucina sarda via mare

Arte, storia, buona cucina e clima mite: ci sono tanti motivi per cui ogni anno milioni di turisti stranieri scelgono l'Italia come meta delle proprie vacanze. Per Ella, la maniera migliore per conoscere il nostro Paese e i suoi gusti è via mare, attraverso i porti più belli di Sardegna e Sicilia, evitando le rotte più battute dai turisti e scoprire così le perle nascoste di queste due isole.

In barca a vela in Sardegna

foto di Ocean Indipendence
La Sardegna è uno di quei posti che danno il meglio di sé se si ha la fortuna di poterli esplorare in barca per godere di scenari mozzafiato fatti di spiagge bianchissime e mare cristallino. Il sud dell'isola è un punto di partenza perfetto per esplorare il resto del Mediterraneo. Il periodo migliore per navigare è sicuramente quello che va da Maggio ad Ottobre ma per chi decide di fare tappa a nord dell'Isola è preferibile prenotare un ormeggio tempo prima perché, in estate soprattutto, quella zona è molto affollata di barche e yacht.

foto di scarabeo150

Porto Cervo è il porto principale del nord della Sardegna e da qui è possibile esplorare l'isola in senso orario. I porti più importanti sono tutti segnati sulla mappa (attenzione però: nella parte ovest non se ne sono molti!)

Un'isola ma non solo pesce

foto di Laissez Fare
Pur essendo un'isola la cucina di pesce è una abitudine molto recente in Sardegna questo perché le numerose invasioni hanno in passato costretto i sardi a rifugiarsi nell'entroterra e mangiare i classici piatti della terraferma. Oggi i frutti di mare sono un must dell'isola e tra le cose che si devono assolutamente provare ci sono le zuppe di pesce: Burrida nel sud e Cassola al nord, senza contare aragoste, granchi, acciughe, calamari, vongole e sarde che sono in abbondanza.

Pasta, formaggi e vini

foto di miss_yasmina
Ma la cucina sarda è anche basata sui legumi, paste ripiene come i malloreddus che assomigliano a degli gnocchi e la fregola, piccolissime palline di pasta, di solito servite con il pesce.
Il formaggio è forse il vero re della tavola sarda ed è utilizzato soprattutto come condimento di zuppe, stufati e piatti di pasta ma anche in dolci o mangiato insieme al pane carasau.

foto di Meandnaika
Va da sé che la Sardegna ha il vino ideale per ogni piatto: il Cannonau rosso e corposo è perfetto quando si serve l'agnello sardo, la Vernaccia di Oristano invece si sposa in maniera unica con pesce ed aragoste. Per quanto riguarda i dessert, il Liquoroso Dolce è delizioso a fine pasto insieme ad altri tipi di grappa, Limoncino e Arangiu.

Il nostro insider è Ella Jameson

Una scrittrice, blogger che collabora con numerosi siti web e magazine. Dopo essersi laureate con una tesi in Letteratura inglese, Ella ha lavorato come editor e copywriter per alcuni anni prima di diventare giornalista freelance. Vive a Londra e quando non viaggia, ama cucinare (e mangiare!) i piatti di ogni paese.

Ti senti anche tu un insider? Vorresti scrivere un articolo per ItalyTraveller? Manda la tua candidatura

Gusto

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0 m

Hotel Cala di Volpe

Porto Cervo

A partire da € 342,00

0 m

Cervo Hotel

Porto Cervo

A partire da € 228,00

0 m

Corte Fiorita

Bosa

A partire da € 54,00

0 m

Flamingo Resort

Santa Margherita di Pula

A partire da € 158,00

0 m

Is Benas Country Lodge

San Vero Milis

A partire da € 168,00

0 m

Hotel Cala Caterina

Villasimius

A partire da € 135,00

0 m

Hotel Romazzino

Porto Cervo

0 m

Hotel Pitrizza

Porto Cervo

Altri link utili
Sardegna
Porto Cervo Hotels
Cagliari Hotels
Oristano Hotels
Sardegna (tutti gli hotel)