← Indietro

Torino - tre giorni alla scoperta dell'antica capitale d'Italia

Musei, chiese, locali e una gita fuori porta

Torino - tre giorni alla scoperta dell'antica capitale d'Italia

Lo scorso weekend io e il mio moroso abbiamo fatto una capatina a Torino a trovare dei cari amici. Il mio ragazzo, dopo 6 anni di università trascorsi a Torino, non era nemmeno mai entrato dentro la Mole Antonelliana! Per fortuna ci sono io (senza presunzione :) ) che ogni tanto lo sprono a visitare, e i nostri amici - carinissimi - disposti ad accompagnarci per ore tra le vie della città! E così Torino fu, tra musei, arte e nebbia!

Consiglio
Il metodo più economico per raggiungere il centro di Torino dall'aeroporto è il servizio bus. Il prezzo e' di 6.50, a tratta ma vi consiglio di prenotarlo via internet! Io e il mio moroso ci siamo fatti più di un ora di fila per prendere il biglietto!

Giorno 1

Non si può non cominciare con una tipica colazione all' italiana cornetto e cappuccino! In Piazza Castello trovate il Caffè Baratti & Milano, uno dei più famosi caffè storici di Torino che deve il suo nome a due conosciuti confettieri!

Una delle attrazioni principali della città è il magnifico Museo Egizio, dedicato esclusivamente all'arte e alla cultura dell'Egitto Antico. Molti studiosi di fama internazionale si dedicarono allo studio delle sue collezioni, confermando, a quanto scrisse Champollion che: «La strada per Menfi e Tebe passa proprio da Torino!». Il museo si erge su 4 piani e ospita la bellezza di 3300 reperti storici- vi consiglio di passarci almeno un paio d'ore, sempre che vi interessi!

Cerco sempre di bilanciare le ore al chiuso e all' aperto, così, dopo un pranzetto veloce, vi consiglio un giretto al parco! Il parco cittadino più conosciuto di Torino è il Parco del Valentino, sito lungo le rive del Po. La passeggiata lungo il fiume è davvero un incanto.

Ancora in vena di passeggiare abbiamo optato per un giretto in centro, tra le magnifiche piazze della città e i portici voluti dal Re per evitare di bagnarsi nei giorni di pioggia.
Se siete amanti della pizza, per cena vi propongo un localino particolare. I proprietari del ristorante pizzeria "Ad Hoc", per abbassare i costi ai clienti e non far pagare il coperto, agli inizi della loro carriera facevano sparecchiare! L'impasto della pizza ha un piccolo segreto e risulta più digeribile, ideale per la mia intolleranza al glutine!

Giorno 2

Siamo italiani e la giornata comincia obbligatoriamente con il caffè :) Un'altra delle pasticcerie storiche di Torino è il famoso Caffè Mulassano aperto sin dalla prima metà dell' 800 e considerato, ad oggi, patrimonio della città di Torino e di chi ne vuole godere della bellezza!
Nascosta tra le viette del centro si trova la splendida Mole Antonelliana, simbolo della città e uno dei simboli d' Italia.
All'interno della mole ha sede il Museo Nazionale del Cinema, che racconta la storia della cinematografia italiana a partire dalla sua archeologia (effetti ottici, prime fotografie, primi filmati dei fratelli Lumiere) fino a quelli che noi oggi definiamo "film". Vi si trovano numerose riproduzioni di scene famose insieme ai costumi di scena di Leonardo di Caprio, Cameron Diaz e persino le maschere di guerre stellari. Il museo è uno dei più visitati d'Italia!

Anche se non è tra i più economici, vi consiglio di recarvi all' interno della mole con il pacchetto museo del cinema + ascensore panoramico. L'ascensore vi permetterà di scalare la mole fino a giungere alla cupola, dove il panorama su Torino "dicono" essere mozzafiato (qualche sfortunata -tipo io- ha beccato la nebbia!!).

Se ancora non ne avete avuto occasione, il centro di Torino è carinissimo e facilmente visitabile a piedi. Percorrendo viale Regina si giunge a Piazza della Gran Madre dove potrete visitare la splendida chiesa della Gran Madre di Dio.
Se ne avete voglia, vi consiglio di continuare verso il Monte dei Cappuccini a visitare la chiesa Santa Maria del Monte dei Cappuccini. La scarpinata non è delle più veloci ma la vista su Torino è davvero magnifica!
Per cena vi consiglio l'Osteria da Cianci, tipica piemontese, ottima e a prezzi davvero competitivi. Unico problema: la fila! Prenotate!!! Ne vale la pena, ve lo assicuro.

Giorno 3

A colazione optate per la Pasticceria Ghigo! Nasce nel 1870 e fino agli anni '50 è conosciuta come latteria. I "marghe" dell'epoca portavano il latte a domicilio, dentro una cisterna trainata dai cavalli, dove veniva versato nei classici bidoni bianchi. Le ricette dei prodotti di "Ghigo" sono state gelosamente tramandate per generazioni e tutt'oggi vengono utilizzate per produrre croissant ed altri prodotti unici nel loro genere.

L'ultimo giorno i nostri amici hanno deciso di portarci a fare una piccola gita fuori porta! A 20 min dal centro di Torino si trova la famosa Reggia di Venaria, residenza dei Savoia per secoli. All'interno ritroviamo tutta la storia della dinastia, raccontata da quadri rappresentanti i suoi componenti, a partire dagli inizi del 1600. La parte più bella sono gli alloggi reali e il giardino esterno, dove una piccola depandance è stata adibita a ludoteca per i più piccoli.

Di ritorno dalla reggia fermatevi a visitare la Basilica di Superga, fatta costruire dal re Vittorio Amedeo II come ringraziamento alla Vergine Maria, dopo aver sconfitto i francesi che assediavano Torino nel 1706. La basilica è famosa per la nota tragedia di Superga: un incidente aereo avvenuto il 4 maggio 1949 che vide la morte di 31 componenti della squadra di calcio del Torino. L'aereo con a bordo l'intera squadra del Grande Torino, si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della Basilica. Nel 2015, in ricordo della tragedia, la FIFA ha proclamato il 4 maggio come "giornata mondiale del giuoco del calcio".

Per chiudere in bellezza un weekend favoloso, all'insegna della storia e della cultura, vi consiglio una cenetta romantica alla Distilleria la Quaglia. Vi avviso, le porzioni sono un po' scarsette ma i piatti sono da mille e una notte! Mi raccomando, non dimenticatevi di assaggiare uno dei famosissimi distillati della casa, è primavera e non potete non assaporare la violetta!

Torino è un incanto, se solo avesse il mare sarebbe una città da sogno!

Il nostro insider è S.Arigatò

Sono Sara, una matematica un po' pazza e inarrestabile!

S.Arigatò è il mio nickname, nato dal mix del mio nome e cognome come a salutare e ringraziare i miei lettori.

Mi piace la musica (e i concerti!), ogni tipo di cibo, i paesaggi incantevoli e tutti i tipi di sport. Amo la moda e sono una mangiatrice compulsiva di dolci.

Nel mio blog wingsofnorthernwind.com vi propongo qualche scorcio di Londra, vi racconto delle sue bellezze e dei suoi eventi, del suo cibo e della sua musica e vi parlo della mia più grande fonte di povertà: i viaggi!

Ti senti anche tu un insider? Vorresti scrivere un articolo per ItalyTraveller? Manda la tua candidatura

Itinerari

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0 m

VitaminaM

Torino

A partire da € 76,00

0 m

Relais di Tenuta Santa Caterina

Grazzano Badoglio

0 m

Chalet Il Capricorno

Sauze d'Oulx

0 m

Borgo Ramezzana

Trino

0 m

Villa Soleil

Colleretto Giacosa

A partire da € 94,00

0 m

Grand Hotel Sitea

Torino

A partire da € 130,00

Altri link utili
Piemonte e Valle d'Aosta
Torino Hotels
Piemonte e Valle d'Aosta (tutti gli hotel)