← Indietro

Un caffè con Svevo e Joyce

Viaggio alla ricerca degli antichi caffè letterari della Trieste Mitteleuropea.

Un caffè con Svevo e Joyce

Capitale mitteleuropea, Trieste è stata a cavallo fra Ottocento e Novecento, il luogo d'incontro per artisti e scrittori, come James Joyce e Italo Svevo. È nei suoi caffè che avvenivano gli incontri letterari e ancora oggi in questi locali si può respirare l'aria della Mitteleuropa.

Il salotto buono di Trieste

Un itinerario attraverso i caffè letterari di Trieste non può che iniziare da Piazza dell'Unità d'Italia. In questa magnifica piazza affacciata sul mare, nel pianterreno del monumentale Palazzo Stratti si trova dal lontano 1839 il Caffè degli Specchi. I tavolini di questo locale hanno visto fermarsi artisti e letterati, politici e uomini d'affari: tutti insieme per un caffè.

Caffè viennese, a Trieste

Proseguendo la passeggiata lungo la strada che costeggia il mare, ci si trova a un passo dal Teatro Lirico Giuseppe Verdi, apprezzato dallo stesso compositore per la sua acustica

Per chi vuol fermarsi per un aperitivo prima dello spettacolo, il vicino Caffè Tommaseo è il posto giusto. Anche in questo caso si tratta di un antico caffè, aperto dal 1830, molto amato dagli scrittori e artisti che animarono la Trieste Mitteleuropea.
Con i suoi saloni anni Quaranta, impreziositi da arredi classici e dalle Thonet, le celebri sedie di legno curvato, il Caffè Tommaseo sembra un vero e proprio locale viennese.

Il caffè è un immancabile rito per i triestini, che hanno uno speciale vocabolario per definire le bevande da bar: il nero è l'espresso, il capo equivale al macchiato e se è "in b" vuol dire che lo si preferisce nel vetro

Uno scrittore pazzo per i dolci

Immergendosi fra le strade interne di Trieste si arriva a via Dante, dove si il buen retiro dello scrittore James Joyce.
Lo scrittore irlandese amava trascorrere il suo tempo ai tavolini del Caffè Pasticceria Stella Polare, ma non disdegnava neanche le prelibatezze preparate dalla Pasticceria Pirona, come il tradizionale Presnitz, un dolce tortiglione di pasta sfoglia ripieno di frutta secca.

Una seconda casa

Ancora un po' di metri e si arriva in via Battisti, nel rifugio di uno scrittore mitteleuropeo moderno: Claudio Magris. Magris, triestino purosangue ha scelto come seconda casa l'Antico Caffè San Marco, dove si fa arrivare perfino la posta.
Non è difficile incontrare Magris seduto fra i tavoli intento a lavorare alla scrittura di un libro, mentre i suoi vicini sono impegnati in un'agguerrita partita di scacchi.

Il signor Svevo in persona

Se si vuole incontrare Italo Svevo, benché sia in bronzo, basta andare a Piazza Hortis, dall'altro lato della città. Qui ogni mercoledì ci si trova in mezzo agli avventori di un gradevole mercatino dell'artigianato.
Ed è qui, dentro Palazzo Biserini, che si trova la Biblioteca Civica Attilio Hortis, dove hanno sede i musei dedicati a James Joyce e Italo Svevo, o meglio Ettore Schmitz, come era il suo vero nome.

Itinerari

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0 m

Urban Hotel Design

Trieste

A partire da € 79,00

0 m

Hotel Coppe

Trieste

A partire da € 90,00

0 m

Hotel Le Corderie

Trieste

A partire da € 95,00

0 m

Palace Suite

Trieste

A partire da € 117,00

0 m

Hotel Duchi Vis à Vis

Trieste

A partire da € 108,00

0 m

Albero Nascosto

Trieste

A partire da € 70,00

0 m

Hotel Franz

Gradisca d'Isonzo

A partire da € 65,00

Altri link utili
Friuli Venezia Giulia
Trieste Hotels
Friuli Venezia Giulia (tutti gli hotel)