← Indietro

Il look in stile Positano

La Moda Positano dagli anni '50 a oggi: fresca e colorata come una vacanza in Costiera.

Il look in stile Positano

Il fenomeno della moda Positano nasce alla fine degli anni '50 quando questo che era un paese di pescatori diventò una delle mete turistiche della "dolce vita". Nei decenni precedenti il turismo in costiera era elitario e invernale. Qui venivano musicisti, pittori e nobili soprattutto da Nord Europa, attirati dal clima mite e salubre. Dopo la Seconda Guerra Mondiale la Costiera Amalfitana viene scoperta da un pubblico più eterogeneo che mescola allegramente intellettuali e personaggi del jet set e figli dei fiori. Le stagioni di punta diventano la primavera e l'estate, la spiaggia non è più il luogo dove i pescatori preparano le barche e riparano le reti ma uno spazio sociale dove abbronzarsi, incontrarsi e divertirsi.

Quando le sarte inventarono una moda partendo dalle "pezze"

Ieri come oggi chi arriva a Positano viene sedotto dai suoi colori, dalla sua perenne aria di vacanza e ha voglia di cambiare look scegliendo uno stile più fresco e informale. Questa fu la grande intuizione di alcune sarte positanesi che si rifecero alla tradizione locale delle "pezze" ovvero a dei canovacci in canapa e cotone tinti in casa con colori brillanti. Partendo da questi tessuti iniziarono a confezionare abiti ampi e scollati, gonne rifinite da strisce di merletto, camicie da portare come copricostume e anche i primi bikini, spesso realizzati all'uncinetto o con piccoli pezzi di stoffa arricchiti da applicazioni e perline.

Uomini e donne scoprirono che i pantaloni più comodi erano quelli "alla pescatora", corti sotto al ginocchio e perfetti per salire e scendere dalle barche quando non c'era il pontile.

La moda Positano: ieri come oggi è un appuntamento con l'estate

Erano passati 100 anni da quando il pittore John Ruskin nel 1847 scriveva che le ragazze di Positano portavano "un fazzoletto obliquo sul petto di colore vivace, corsetto aperto, gonne corte e sandali ai piedi". Niente di nuovo sotto il sole eppure tra gli anni '50 e '60 ci fu la sensazione che una nuova moda era stata lanciata.

Una moda non passeggera, ma anzi duratura perché aveva tutte le caratteristiche di un "appuntamento con l'estate" diventato ormai un classico. E' per questo che anche oggi è facile farsi contagiare dal desiderio di acquistare un capo in "stile Positano" e lo shopping tra le boutique delle stradine principali è una delle attività più piacevoli e divertenti del viaggiatore che viene qui a trascorrere le vacanze.

I laboratori e le botteghe di Positano hanno saputo come rimanere fedeli allo stile che li ha resi famosi, ma si sono anche innovati proponendo linee e creazioni che possono essere tranquillamente indossate anche in città.

Dagli abiti ai sandali: una moda in sintonia con lo stile locale

Lo stile Positano coinvolge anche le calzature partendo da ciò che lo scrittore John Stainbeck scrisse in un articolo per la rivista "Harper's Bazaar": A Positano non si va semplicemente da un posto all'altro: o ci si arrampica su o si frana giù.
Secondo quello stile che coinvolgeva anche altri luoghi della Costiera Amalfitana come Capri, alcuni artigiani negli anni'60 proposero sandali bassi in cuoio fatti a mano con i modelli "a ragno" o "fratino". Quando personaggi come Jackie Onassis e Brigitte Bardot iniziarono a sfoggiarli durante le loro vacanze italiane il successo fu immediato. E anche oggi le scale e le stradine in salita di Positano rendano sconsigliabili le scarpe col tacco. Meglio un bel paio di sandali artigianali, magari arricchiti da pietre e applicazioni gioiello.

Gli indirizzi per lo shopping

Un nome entrato nella storia della moda di Positano è quello di "Maria Lampo". Subito dopo la guerra i coniugi Alfonso e Maria aprirono nel centro del paese un piccolo negozio di abbigliamento caratterizzato dal cartello "SI ESEGUONO PANTALONI SU MISURA". Quando i clienti incuriositi entravano per chiedere i tempi di realizzazione, gli veniva risposto di farsi prendere le misure e di tornare dopo una bella nuotata, nel giro di due ore sarebbero stati pronti. Era vero e un turista ammirato disse "Maria sei un lampo!", la frase che da quel momento diede il nome al negozio. Oggi come ieri questo è un negozio simbolo per Positano e qui si trovano gli abiti ampi e colorati, i bikini con la classica fantasia "bandana" e anche collezioni per uomo e bambino.
Maria Lampo
via Pasitea 12-16 - Positano

La boutique di Brunella è una delle mete di shopping più ricercate di Positano. Dagli anni '60 attira vip e viaggiatori con le proprie creazioni dove sono protagonisti il lino e le leggere garze di cotone, spesso tessute su telai artigianali.
La Bottega di Brunella
via Pasitea 72 - Positano

Giacomo Cinque è uno dei protagonisti della moda positanese con le sue creazioni in lino e in seta. Davvero speciali sono i bikini decorati con turchesi e coralli.
Antica Sartoria
via del Brigantino 13 - Spiaggia grande - Positano

Il padre di Carmine Todisco con un paio di sandali a infradito conquistò Jackie Onassis. E il figlio continua questa tradizione creando sandali artigianali senza utilizzare colla e impreziosendoli con applicazioni speciali.
Carmine Todisco
via del Saracino - Positano

Shopping

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0 m

Hotel Posa Posa

Positano

A partire da € 375,00

0 m

Hotel Pupetto

Positano

A partire da € 250,00

0 m

Relais Don Alfonso 1890

Sant'Agata sui Due Golfi

A partire da € 420,00

0 m

Le Sirenuse

Positano

A partire da € 1.045,00

0 m

Villa La Tartana

Positano

A partire da € 210,00

0 m

Hotel Poseidon

Positano

A partire da € 430,00

0 m

Oasi Olimpia Relais

Sant'Agata sui Due Golfi

A partire da € 178,00

0 m

Hotel Palazzo Murat

Positano

A partire da € 310,00

0 m

Palazzo Marziale

Sorrento

A partire da € 149,00

0 m

Hotel Le Agavi

Positano

A partire da € 320,00

Altri link utili
Costiera Amalfitana
Positano Hotels
Costiera Amalfitana (tutti gli hotel)