← Indietro

Il buon mangiare piemontese

I sapori del Piemonte raccontati da Silvia

Il buon mangiare piemontese

La cucina piemontese è tra le migliori in Italia e questo lo sanno tutti.
Voi ancora non lo sapete? Nessun problema, sono qui per raccontarvelo e suggerirvi un paio di posticini dove sono solita andare quando ho voglia di cucina tipica regionale (che al momento non sono in grado di replicare a casa mia).

Partiamo per un breve tour in Piemonte: le Langhe, Torino e infine il Biellese. Tutte zone dove ho vissuto e che quindi conosco bene.

Le Langhe

Non solo per il famoso tartufo bianco d'Alba è d'obbligo una gita tra le colline langarole. Ad Alba e nei paesi limitrofi si degustano i vini più pregiati e famosi del mondo, basti pensare a un Barolo o a un Barbaresco, ma anche al Dolcetto e al Nebbiolo.

Di piatti e prodotti tipici che meritano già solo il viaggio abbiamo la carne cruda all'albese, i formaggi come la riobiola di Roccaverano, le pesche di Savigliano e i porri di Cervere: gli ortaggi, tipici di queste zone, fanno spesso da accompagnamento alla bagna càuda, di cui vi avevo già parlato qui.
Ma c'è un aspetto, un piccolo e rotondo aspetto che apprezzo in particolare di Alba, dove al momento vivo: la nocciola tonda gentile delle Langhe. È così gentile che non puoi non amarla: tostata o in crema al cioccolato, è sicuramente una delle cose per cui vale la pena vivere.

E se non siete amanti dei dolci, vi interesserà sapere che qui in langa si mangiano tra i migliori bolliti misti di carne del paese: ricordo bene quello servito al carrello con i suoi sette tagli, accompagnati da altrettante coloratissime salse, che ho provato all'Osteria del Borgo a Carrù.
Se vi ho fatto venire l'acquolina parlando della cucina delle Langhe, ci provo anche con quella torinese, poi vediamo quale preferite.

Torino

L'enogastronomia torinese è famosa per il cioccolato in generale e in particolare per il suo cioccolatino d'eccellenza, il gianduiotto, che prende il nome dalla maschera torinese Gianduja. A forma di barca capovolta, nasce dall'unione tra cacao, zucchero e la nocciola gentile delle Langhe.

Altra chicca torinese è il bicerin, una bevanda calda a base di caffè, cioccolato e crema di latte, che potete provare nell'omonimo caffè di Piazza della Consolata.

Ma a Torino è possibile provare diversi piatti tipici della cucina piemontese, come i ravioli del plin (che significa pizzicotto, ovvero il modo con cui si premono i lembi della pasta), ripieni di carne, e il bunet (budino di antica tradizione al sapor di amaretti e cacao).

A Torino ho provato più volte questi piatti e mi sento di consigliarvi tre ristoranti in centro città:

  • Il Porto di Savona (Piazza Vittorio Veneto)
  • Il Monferrato (vicino alla chiesa della Gran Madre)
  • L'Osteria Antiche Sere, non lontano da Piazza Rivoli.

Sempre parlando di cibo, a Torino è buona regola cenare facendo aperitivo, che trova le sue migliori espressioni nei locali in zona Quadrilatero. Il mio preferito è l'Obelix, in Piazza Savoia: arredamenti moderni, cocktail abbondanti e un buffet che spazia dagli antipasti al dolce. Da testare se passate di qui!

Il Biellese

Dulcis in fundo Biella, la città dove sono nata e cresciuta.
Ai piedi delle Prealpi, di Biella amo la sua grandezza a misura d'uomo e le montagne a due passi da te, per poter evadere quando ne hai voglia. Quando fa freddo è bello chiudersi in casa e preparare la pulenta cunscia, ovvero la polenta concia (con burro e formaggio), da mangiare al cucchiaio.

Tra l'autunno e l'inverno anche qui come in tutto il Piemonte è tradizione mangiare la bagna càuda fatta in casa, magari concludendo il pasto con una fetta di "tuma", la toma biellese, formaggio disponibile in diverse gradazioni di stagionatura.

Cos'altro offre la cucina biellese? I torcetti! Biscotti di zucchero e burro perfetti da intingere in un tè caldo o in una tazza di cioccolata. Sono e resteranno per sempre i miei biscotti preferiti.
Infine, altri piatti che prepariamo da queste parti sono i capunet e la finanziera. I primi sono degli involtini di foglie di verza ripieni di un impasto di carne, verdure e salame, tipicamente invernali. La seconda proviene dal sud della regione, ma la replichiamo anche nel biellese: si tratta di un piatto povero, nato dal riutilizzo delle parti scartate durante la trasformazione dei galletti in capponi e di alcuni scarti di macellazione dei bovini. Personalmente non la amo, ma se siete curiosi di provare tutto della cucina piemontese non potete farvela sfuggire.

Per chi cerca un buon ristorante in zona Biella, consiglio di andare alla Taverna del Gufo di Occhieppo, comune a pochi chilometri dal centro città: l'atmosfera è calda, sembra davvero di cenare nel salotto di casa propria, i piatti sono abbondanti e il conto non riserva brutte sorprese.

Che decidiate di visitare le Langhe oppure Torino o infine Biella, sappiate che la carne sarà sempre il piatto forte di questa cucina che, come vi dicevo, è tra le migliori in Italia: venite a scoprirla e lo capirete anche voi.

Il nostro insider è Silvia Cartotto

Classe 1986, piemontese, blogger per passione sul suo blog di viaggi The Girl with the Suitcase
Al momento vive ad Alba, dopo essere nata a Biella, aver studiato a Bologna e lavorato a Torino.
Travel Blogger per passione e Digital Copy Editor per lavoro, il suo sogno sarebbe vivere scrivendo e viaggiando.
Dentro alla sua valigia non mancano mai un cellulare per restare in contatto col mondo, una matita e un taccuino per imprimere sensazioni e una macchina fotografica per catturare attimi.

Ti senti anche tu un insider? Vorresti scrivere un articolo per ItalyTraveller? Manda la tua candidatura

Gusto

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0 m

Relais di Tenuta Santa Caterina

Grazzano Badoglio

0 m

Grand Hotel Sitea

Torino

A partire da € 130,00

0 m

Castello di Oviglio

Oviglio

A partire da € 90,00

0 m

Albergo Castiglione

Castiglione Tinella

A partire da € 135,00

0 m

Villa Soleil

Colleretto Giacosa

A partire da € 94,00

0 m

Chalet Il Capricorno

Sauze d'Oulx

A partire da € 230,00

0 m

Casa Isabella

Vaglio Serra

A partire da € 120,00

0 m

Tre Alberi Liberi

Riva Valdobbia

A partire da € 90,00

0 m

Relais San Maurizio

S. Stefano Belbo

A partire da € 315,00

0 m

Hotel Ad Gallias

Bard

A partire da € 84,00

Altri link utili
Piemonte e Valle d'Aosta
Alba Hotels
Torino Hotels
Biella Hotels
Piemonte e Valle d'Aosta (tutti gli hotel)